lunedì 5 settembre 2016

Prada porta in Galleria la dolcezza di Marchesi


Entro fine anno nel salotto di Milano aprirà la sede della Fondazione




Galleria Vittorio Emanuele II dal 6 settembre sarà un po' più dolce, con l'inaugurazione di un nuovo punto vendita della storica pasticceria Marchesi all'interno di Prada Galleria. L'apertura rientra nel progetto del Gruppo - che aveva vinto la gara pubblica indetta dal Comune per gli spazi in Galleria - di rivitalizzare il salotto buono di Milano con una serie di offerte non limitate al solo shopping. (di Gioia Giudici)





Dopo l'apertura al piano terra di un negozio dedicato alle collezioni maschili, ora è la volta del mezzanino, dove l'architetto Roberto Baciocchi ha reinterpretato l'atmosfera e il fascino della storica pasticceria Marchesi di Via Santa Maria alla Porta. Dall'ingresso principale una scala in marmo verde con pareti in marmorino chiaro e due ascensori conducono al mezzanino. Al locale si può accedere anche dal negozio Prada Uomo con una scala in marmo bianco o con un ascensore in legno, ottone e cristallo. All'interno, i 250 mq sono scanditi da finestre ad arco che si affacciano direttamente sulla Galleria. Sulle pareti, vetrinette luminose con mensole in cristallo dedicate alle specialità della casa.
I banchi per la pasticceria - tutta preparata in loco - richiamano lo stile degli arredi originali dello storico punto vendita, mentre tavoli con ripiani in marmo, poltroncine e divani in velluto verde completano l'arredo del locale, che sarà aperto tutti i giorni dalle 7.30 alle 21, come la pasticceria di via Montenapoleone, inaugurata un anno fa. Anche qui ci sarà la possibilità di fermarsi per il pranzo, l'aperitivo o il brunch.




Le prossime fasi di ampliamento dell'insegna Marchesi - che Prada ha acquisito nel 2014 - prevedono "uno sviluppo puntuale e selezionato del progetto come retail diretto e non in partnership - spiega Stefano Cantino, Prada Group Strategic Marketing Director - con aperture a Shanghai e a Dubai nel 2017 o 2018". Un'attenzione alla qualità del prodotto e della sua presentazione che passa anche per il recupero della saletta interna nello storico locale di Santa Maria alla Porta, che ha riportato il locale alla sua configurazione originale. Per quanto riguarda Prada Galleria, invece, dovrebbero aprire entro fine anno i 2000 mq di spazio espositivo della Fondazione, che saranno caratterizzati - viene anticipato dal Gruppo - da strutture espositive dotate di impianti all'avanguardia per accogliere il pubblico in occasione di mostre, performance, presentazioni e convegni, esattamente come avviene nella sede di viale Isarco, inaugurata lo scorso maggio e subito diventata un nuovo e importante polo culturale milanese.
Il progetto in Galleria ha però un posto di riguardo per la maison milanese: proprio qui - nel 1913 - Mario Prada aprì infatti il suo primo negozio.