mercoledì 21 settembre 2016

Gli artisti di Altheo Network al Bistrot : Anna Rita Barbieri.





Appassionata di Arte e pittura fin dai banchi di scuola , ha frequentato dal 2000 al 2009 le lezioni del Maestro Antonio Dallomo , dal 2010 ha approfondito la tecnica con i Maestri Wolfango Peretti Poggi e Davide Peretti e ha partecipato allo stage di iperrealismo del Maestro Emanuele Dascanio --- Fa parte del Gruppo Il Paese dei Balocchi e cura le Pagine Fb di Proposte d’Arte : Power of the Arts Walk of Art Fame Group Mostre collettive : maggio 2015 : Galleria Momenti d’Artista – Bologna maggio 2015 : Premio De Marchi – Bologna ( Premio della Critica ) maggio 2015 : Premio Ilario Rossi a Monzuno novembre 2015 : Evento di Arte Contemporanea degli artisti di Altheo Network a Mestre. dicembre 2015 /gen 2016 : Galleria Corte di Felsina - Mostra Il Ritratto espone con altri due Artisti Gennaio 2016 : Mostra di Arte Contemporanea degli Artisti di Altheo network a Salzano (Ve) Gennaio/ Febbraio 2016 : Galleria Momenti d’ Artista , Bologna , collettiva Gennaio/ Febbraio 2016 : Galleria Corte di Felsina , Bologna , mostra collettiva nell’Ambito di Arte-Fiera Bologna Luglio 2016 : Altheo Network , Venezia , “ Mediterraneo la porta della speranza e della vergogna “ Altheo network magazine online ha pubblicato un profilo artistico e una video intervista. 1)Recensione di Maurizio Messori : Penso abbia fatto tuo una sorta di magistero freudiano applicandolo alla tua Arte. Quando il nostro autocontrollo, in determinati stati d'animo, si affievolisce, prende a sovrastarci il fanciullino pascoliano o il selvaggio che alberga in ciascuno di noi. Penso che la tua pittura si avvicini di molto a quella surrealista che " scansa " la ragione come elemento guida. Ecco che allora si fa affidamento a visioni oniriche dettate dall'inconscio, tratti che esulano dalla quotidianità ponderata e meticolosamente applicata. Il realismo inteso come lo intesero e l'intendono molti artisti non è più bastante, non più sufficiente a dare un senso compiuto all'opera. Ecco che allora si fa ricorso ad un qualcosa che si traduce in un molto che trascenda il realismo stesso, vale a dire ci si affida come ultima ratio al surrealismo. 4 ) Recensione di Anna DeLucca : Oggi non la si puo’ certo definire un’ iperrealista ma al contrario, Anna Rita Barbieri è una ritrattista ‘degli stati d’animo’ . I cromatismi pacati e definiti nelle linee di contorno, hanno in prevalenza una tonalità fredda –il grigio brillante , il blu cobalto ,sono quelli che spiccano maggiormente nelle sue tele, anche se qua e là spesso compaiono improvvisi lampi di luce e guizzi di colori accesi ,come il rosso ,l’arancio e l’ ocra che contribuiscono ad evidenziare i tratti intimistico/psicologici che l’arista costruisce ricercando nella profondità dell’animo del personaggio raffigurato. L’ amore per Klimt e il suo elegantissimo liberty, la passione per la pittura Preraffaellita inglese, per brughiere nebbiose, per le fanciulle diafane delle storie dark di Waterhouse , Morris e Burne Jones, la ispira nella rappresentazione di quei simbolismi profondi che emergono dagli sguardi misteriosi e malinconici dei suoi ritratti .

(Testo di Anna Rita Delucca – Dicembre 2015 (Copyright)